RI * PARTIRE

Sfoglio una rivista cittadina e la mia attenzione viene catturata da un titolo RIPARTIRE. Ci siamo appena lasciati alle spalle il primo, terribile e inatteso lockdown della nostra vita. Si respira una voglia di rivalsa che profuma di libertà. La stessa libertà che la nostra generazione ha dato per scontata. Oggi vogliamo uscire all’aria aperta, alzare il viso in direzione del sole estivo, chiudere gli occhi e respirare profondamente: consapevoli, forse per la prima volta.

Continuo a scorrere le pagine del magazine e vedo un’illustrazione che raffigura Il Santuario di Monte Grisa. Una chiesa triestina chiamata il formaggino dagli autoctoni, per il suo pattern triangolare. Dalla terrazza prospiciente si gode di una vista mozzafiato sulla città. Certamente sarebbe nella lista delle cose da fare se un turista dovesse visitare Trieste.

Strappo la pagina, sicura che sarà lo sfondo per la mia nuova tela. Mi piace pensare che riparto dalla mia città. La pandemia ci ha costretto a rimanere tra le mura cittadine. Così abbiamo avuto il tempo di riscoprirla, guardarla con occhi diversi e apprezzarla.

RI*PARTIRE

Il primo passo è il più difficile, ma non indugiare oltre

Così ispirandomi all’illustrazione della chiesa inizio a tagliare tanti triangoli per creare un pattern. Alla fine il santuario viene trasfigurato e non è più riconoscibile. Non mi resta che scegliere gli abbellimenti. Apro una delle mie scatole con i divisori interni piena di soggetti metallici, provenienti dalla Polonia.
Mi sembrano perfetti una valigia e una bicicletta. Non serve altro per partire. Questa associazione di oggetti mi fa ricordare la storia di Dean, ragazzo scozzese che nel 2018 ha lasciato un lavoro che non lo soddisfava e in sella alla sua bicicletta ha iniziato a girare il mondo, per godere della bellezza del paesaggio durante il percorso. Tre mesi e nove paesi dopo ha incontrato una gatta randagia, l’ha adottata ed ora sono inseparabili. Nala, così è stato chiamato il felino, da allora viaggia in un cestino allocato nella parte anteriore del mezzo a due ruote. La loro amicizia suscita interesse nei passanti e nel web.

Io, invece, rimango qui e riparto da me, dal mio progetto artistico. Dopo una gestazione di parecchi mesi, ho trovato la strada. Riparto dalla mia passione e da ciò che mi rende felice. Ogni momento della vita è giusto per ripartire e per me è oggi.

Benvenuta nel mio spazio creativo.

Sara


Tela 20×20 cm
Tecnica: Mixed Media e Scrapbooking

Post by sara.demi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.